PANANTUKAN

Il Panantukan è l’arte di boxare che si trova all’interno del Kali Filippino nonché la naturale evoluzione dell’uso dei bastoni.

Nel kali filippino gli angoli di attacco sono molteplici e la stessa mentalità di lavoro viene applicata nello studio di questa raffinata disciplina, in cui abbiamo a disposizione un impressionante arsenale di attacchi, percussioni, parate, blocchi.

Citiamo ad esempio attacchi di gancio, montanti, colpi di palmo, colpi di punta, gomitate, ginocchiate.

panatukan 1La particolarità di questa disciplina è la fluidità dei movimenti delle braccia e degli spostamenti delle gambe per ottimizzare triangolazioni, uscite, arretramenti, ecc.

Uniremo il vastissimo territorio marziale della boxe filippina al lavoro della calcistica chiamata SIKARAN, che richiama a prima vista tecniche di kick boxing, jeetkunedo, thai boxing, taekwondo, karate, sanda; ma con una propria anima completamente diversa che non può sfuggire ad un attento ed esperto osservatore.

Possiamo dunque affermare che il kali filippino non é solo l’utilizzo di bastoni o armi da taglio, ma anche pugilato, calcistica, leve, proiezioni, lotta a terra; è una disciplina ricca e molto completa i cui sviluppi possono essere così elencati: migloramento della forza fisica-velocita, potenziamento, resistenza, equilibrio, coordinazione, concentrazione, elasticità, preparazione fisica, sacrificio.

Il panantukan ed il sikaran si mostreranno dei compagni di grandissima utilità anche per la difesa personale.